ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Educazione finanziaria

La recessione tecnica spiegata in 5 punti

Agosto 2019

Cosa significa e quali sono le conseguenze

A fine gennaio è arrivata la sentenza dell’Istat: l’Italia è in “recessione tecnica”. E dopo le ultime stime sul Pil relative al secondo trimestre del 2019, rimasto fermo sia rispetto ai tre mesi precedenti sia su base annua, si parla di stagnazione. Ma cosa significa e quali sono le conseguenze sulla nostra economia? Ecco la spiegazione in cinque punti.  

Il Pil

Si parla di recessione tecnica quando il Prodotto interno lordo, Pil, fa segnare una variazione congiunturale negativa per due trimestri consecutivi.

Le cause

Alcune teorie del ciclo economico considerano la recessione un fenomeno “endogeno”, non determinato cioè da choc esterni: a ogni fase espansiva segue un periodo recessivo che aprirà poi a sua volta a una nuova fase di ripresa della crescita economica. Le fasi di recessione però possono anche essere causate da choc “esogeni”, cioè da fattori esterni al sistema economico.

Il ciclo economico

La teoria economica inquadra la recessione all’interno di quello che è definito “ciclo economico”, suddiviso in quattro fasi: prosperità, recessione, depressione, ripresa.

Le conseguenze

Nelle fasi recessive si riscontra spesso anche una frenata del tasso di crescita della produzione, un aumento della disoccupazione e una diminuzione dei tassi di interesse. In quest’ultimo caso, si tratta di conseguenze determinate dalle politiche monetarie espansive di solito adottate dalle Banche centrali per favorire la ripresa economica. 

Recessione economica

Diversa dalla recessione tecnica è la recessione economica. Quest’ultima espressione viene usata quando si è in presenza di una variazione negativa del Pil tendenziale”, e cioè rispetto all’anno precedente. Se tale variazione è negativa, ma di entità non inferiore al -1% si parla di “crisi economica”. In questo momento l’Italia quindi non si trova in recessione economica, in quanto la variazione tendenziale registrata nel secondo trimestre del 2019 è nulla. Per l’Istat si tratta quindi di una fase di “stagnazione”. 

 

PictetPerTe_GuidaFinanza_Recessione

Fonte infografica: Pictet AM Italia