ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Economia e finanza

Romania, i perché del boom delle imprese italiane

Luglio 2019

Ogni giorno gli imprenditori italiani aprono 4 nuove aziende in Romania. Nei primi 4 mesi del 2019 sono state avviate 473 società a capitale italiano attirate da vantaggi fiscali e rapidità della burocrazia.

Sono quasi 50 mila le imprese italiane registrate in Romania, per la precisione 47.841 (dati aggiornati ad aprile 2019). Ogni giorno 4 aziende a capitale italiano vengono iscritte nei registri delle camere di commercio a Bucarest, un ritmo che ha portato le imprese tricolore a pesare per il 21% sul totale di quelle le straniere. Soltanto nei primi 4 mesi del 2019 il capitale versato è di oltre 700 mila euro per un totale di 473 società, come osserva l’Istituto per il Commercio Estero (ICE). 

 

Un trend nel quale solo la Germania ci batte

Guidiamo la classifica del numero assoluto di aziende davanti alla Germania, che però ci supera se guardiamo al totale del capitale investito: le società italiane finora hanno portato in dote 2,6 miliardi di euro alla Romania, poco più della metà delle rivali teutoniche che, grazie anche al settore automotive, raggiungono i 4,9 miliardi. Gli imprenditori italiani scelgono la Romania soprattutto per servizi e terziario, mentre è in calo il manifatturiero a parte i settori tessile, calzaturiero e meccanico. 

 

Investimenti nel segno dei vantaggi fiscali

Ma quali sono i motivi che attirano tutte queste aziende in Romania? La manodopera a basso costo si trova da decenni, ma ora gli ingredienti sono molto più interessanti e di sicuro la parte del leone la fa il fisco: l’unica aliquota ordinaria sul reddito di impresa al 16% fa gola e il bello è che può scendere tra l’1% e il 3% per le microimprese che hanno meno di un milione di euro di fatturato. Anche per i dividendi le note positive sono molte: la ritenuta è solo del 5% ma se i destinatari della distribuzione sono persone giuridiche europee o rumene con almeno il 10% del capitale per almeno 12 mesi, la tassazione viene annullata. Anche per le persone fisiche è prevista una flat tax del 10% e vale per lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati. Quindi chi è interessato può programmare la propria avventura professionale (o di vita) sul lungo termine. 

 

Servono solo 3 giorni per registrare un'impresa

Chi ha avviato un’attività sul territorio romeno, e come abbiamo visto ci sono moltissimi nostri connazionali, assicura che le analisi del fisco sono rapide e precise, non bloccano il lavoro dei dipendenti e non si perdono in blocchi burocratici di mesi e mesi come avviene spesso in Italia. Sono sufficienti tre giorni per registrare un’impresa, è possibile discutere con il fisco per trovare accordi vantaggiosi per tutti e l’Iva viene restituita dopo 30 giorni. Un sistema snello e preciso, proprio ciò di cui hanno bisogno gli imprenditori sul lato dei servizi alle imprese. Nella speranza che le stesse opportunità si potranno trovare presto anche nel nostro Paese