ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Innovazione

Cina, come funziona il sistema di credito sociale

Ottobre 2019

Il programma di rating dei cittadini sulla base dei comportamenti ora verrà anche esteso alle aziende

Viene definito come Sistema di credito sociale. È il programma introdotto in Cina a partire dal 2015 per classificare la reputazione dei propri cittadini attraverso la raccolta dei dati individuali. E quasi cinque anni dopo, ora Pechino sta completando un sistema simile per le aziende, prevedendo anche sanzioni e incentivi in base ai dati raccolti sui comportamenti delle imprese da parte delle agenzie governative.

Ma come funziona questo sistema? Alla base del programma c’è la tecnologia, attraverso la raccolta dei dati che riguardano individui e aziende. L’obiettivo finale è quello di guidare la cittadinanza verso comportamenti virtuosi. Attraverso l’uso dei big data in possesso del governo, a ciascun individuo viene assegnato un punteggio che rappresenta il suo “credito sociale”, creando una sorta di rating della cittadinanza. I comportamenti virtuosi vengono premiati, mentre quelli negativi – come il mancato pagamento dei debiti o una dipendenza dal gioco – vengono sanzionati. Tra le punizioni previste ci sono il divieto di volo, il rallentamento della connessione a Internet o l'esclusione da hotel e lavori di alto prestigio.

Ad oggi, il sistema non è ancora funzionante a livello nazionale. Esistono per lo più delle sperimentazioni gestite a livello locale, con il coinvolgimento delle agenzie governative e dei giganti tech cinesi come Alibaba e Tencent, che sono le stesse aziende coinvolte anche nell’allargamento dei sistemi di riconoscimento facciale, altra fonte di raccolta dei dati destinati al sistema di credito sociale.

Huawei, Alibaba Group e Tencent sono anche tra i membri di un consorzio a cui è stato affidato lo sviluppo di uno dei database del sistema che riguarda le aziende. Le variabili tenute in considerazione sono quattro: pagamento delle fatture, capacità di onorare i contratti stipulati, preferenze e comportamenti personali e relazioni interpersonali. Le imprese, in questo modo, verranno classificate tra “buone” e “cattive”.

Sul sito web governativo Credit China ad oggi esistono una blacklist, per i cittadini che hanno commesso violazioni, e una whitelist, per coloro che hanno avuto comportamenti legali. L’obiettivo è anche quello di mostrare pubblicamente coloro che non hanno avuto comportamenti virtuosi, in modo che possa funzionare come deterrente.