}

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Blockchain

Il futuro dell’Healthcare si chiama Blockchain

Marzo 2019

Il mercato della Blockchain nel settore della sanità e della salute raggiungerà 1.636,7 milioni di dollari entro il 2025.

La tecnologia Blockchain continua ad affermarsi come strumento necessario nel mondo dell’Healthcare, con una previsione di forte crescita anche per il prossimo futuro. Secondo una nuova ricerca pubblicata da Global Market Insights, il valore della “catena di blocchi” nel comparto della salute crescerà a livello globale fino a raggiungere un valore di 1.636,7 milioni di dollari entro il 2025. Grazie soprattutto all’abbattimento dei costi di molte tecnologie e applicazioni, che le renderanno più facilmente reperibili. La Blockchain si rivela un alleato importante nell’Healthcare soprattutto contro le frodi di denaro e la contraffazione di medicinali, con un impatto positivo quindi anche sui pazienti. Senza dimenticare la sicurezza sul fronte dei dati sensibili, che pesa (e non poco) sui bilanci delle aziende.

Il mercato

Ad oggi, il mercato vale circa 48 milioni di dollari a livello globale. Entro il 2025, la crescita attesa è quindi del 65% a livello globale. In particolare, in India ci si aspetta un tasso di crescita media dell’81,9% nei prossimi sette anni. Al momento, gli Stati Uniti guidano il mercato con ricavi pari a circa 25 milioni di dollari nel 2018. In Europa, invece, in testa si trova la Germania, con introiti di quasi 3 milioni di euro nel 2018. Diverse aziende e città tedesche si stanno trasformando infatti in hub di sviluppo per la tecnologia Blockchain. E il colosso farmaceutico Merck sta studiando l’uso della tecnologia Blockchain nel settore sanitario per istituire registri transnazionali per i vaccini dei pazienti. Le principali aziende che operano nel settore oggi sono IBM, Microsoft, Guardtime, PokitDok, Gem Health, Patientory, iSolve, FarmaTrust e Medicalchain. Tutte con elevati investimenti in ricerca e sviluppo. Questi Big player si muovono anche stringendo partnership e collaborazioni per soddisfare le esigenze delle diverse strutture sanitarie, in modo da anticipare i competitor.

Le applicazioni

Ma in che cosa verrà impiegata la Blockchain nelle strutture sanitarie del prossimo futuro? In primis, l’applicazione crescente dell’Internet of Things (IoT) nel settore dell’assistenza sanitaria comporterà un’enorme domanda e un alto tasso di adozione della tecnologia Blockchain, grazie soprattutto alla possibilità di ottenere informazioni in tempo reale anche a distanza. Altro fronte importante di applicazione sono gli studi clinici, dove già la Blockchain ha un valore di mercato di circa 7 milioni di dollari nel 2018. Il rischio e l’imprevedibilità delle sperimentazioni cliniche sono uno dei principali fattori di attuazione della Blockchain: utilizzando una piattaforma di computer distribuita, infatti, questa tecnologia aiuta i database a essere sicuri e protetti da violazioni e hacker, consentendo inoltre di archiviare ed elaborare preziose informazioni sulle sperimentazioni cliniche. La stima è che l’uso della tecnologia Blockchain da parte dei fornitori di servizi sanitari aumenterà del 65,6% nei prossimi sette anni. Molte strutture sanitarie in effetti dipendono ancora da sistemi obsoleti per la conservazione dei dati dei pazienti. E l’aumento delle violazioni dei dati medici e sanitari comporterà un aumento della domanda di una tecnologia, come la Blockchain, che garantirà invece sicurezza informatica e privacy. Un alleato per le strutture sanitarie, quindi, ma anche per i pazienti.