I am Article Layout

Ora la lettura: Termometro macroeconomico 27.05-02.06 2019



Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Consulente finanziario.

Hai sbagliato selezione e sei un Istituzionale & Wholesale o Privato?

Maggio 2019

Termometro macroeconomico 27.05-02.06 2019

È disponibile un aggiornamento settimanale dei principali avvenimenti economici e degli indicatori del calendario economico di maggior interesse.

01

Di cosa si tratta

Negli ultimi mesi è diventato sempre più importante e necessario analizzare considerare l’andamento dei mercati finanziari a partire dagli sviluppi macroeconomici e geopolitici globali. 
Per questo portiamo alla vostra attenzione un nuovo aggiornamento realizzato su base settimanale dei principali avvenimenti a livello globale insieme agli indicatori del calendario economico di maggiore interesse, riassunti in pillole per consentire una semplice e immediata comprensione della “temperatura” macroeconomica globale.

Il termometro rappresenta anche un valido strumento per permettere all’investitore finale di aumentare la conoscenza dei concetti base della finanza attraverso il glossario e la guida alla finanza del nostro portale dedicato all’educazione finanziaria Pictet per Te.

Sperando sia di vostro interesse vi invitiamo a farci pervenire via mail spunti e riflessioni per migliorare Il termometro macroeconomico a partire dalle vostre routine professionali.

02

La settimana in pillole

20-26 Maggio 2019

Martedì 21 maggio:

  • Viene pubblicato l’Economic Outlook dell’OCSE.
    L’OCSE ha tagliato nuovamente le previsioni di crescita per il 2019 (3.2%), soprattutto sulla scia delle rinnovate tensioni commerciali. 

Mercoledì 22 maggio:

  • Minute della Fed del meeting del 30 aprile-1 maggio.
    La Banca Centrale statunitense ha confermato l’atteggiamento paziente per quanto riguarda i tassi.

Giovedì  23 maggio:

  • In Europa si tengono le elezioni del Parlamento Europeo (fino al 26 maggio).
    Le proiezioni danno gli anti-europeisti in crescita, ma il blocco di popolari e socialisti mantengono il controllo (perdendo però la maggioranza assoluta: dovranno inglobare nella coalizione liberali e En Marche di Macron, e forse anche i verdi tedeschi). 
  • Risultato delle elezioni nazionali indiane (iniziate l’11 aprile).
    Il Primo Ministro Modi ha mantenuto il controllo del Congresso e potrà così continuare il suo percorso di riforme strutturali.
  • Minute della BCE del meeting di aprile.
    Al prossimo meeting di giugno dovrebbero essere forniti dettagli sul programma di TLTRO annunciato ad aprile. 
  • Dati sul PMI dell’eurozona.
    Dato in calo (47.9 vs 47.7) e al di sotto delle aspettative (48.1).
 

Le elezioni europee hanno condotto ad un risultato che sostiene le istituzioni comunitarie: nonostante la crescita dei partiti anti-europeisti, Popolari e Socialisti mantengono il controllo del Parlamento Europeo, ma perdono la maggioranza assoluta. Diventa probabile, a questo punto, l’inclusione dei Liberali e di En Marche (Macron), e forse anche dei verdi tedeschi, all’interno della coalizione di maggioranza. Restano da vedere come andranno le nomine ai vertici della Commissione Europea, che a loro volta influenzeranno significativamente la scelta del successore di Mario Draghi alla presidenza della BCE.

Sul fronte commerciale, il Presidente statunitense Donald Trump, durante una conferenza a Tokyo insieme al leader giapponese Shinzo Abe, ha dichiarato che gli Stati Uniti non sono pronti a siglare un accordo con la Cina, ma che crede che alla fine verrà trovato un punto di incontro. Nel frattempo, però, ha affermato che i dazi sulle merci cinesi potrebbero facilmente salire ancora e in modo sostanzioso.

Per quanto riguarda la politica monetaria, le minute della Fed e della BCE confermano un atteggiamento prudente da parte dei due istituti. La Banca Centrale statunitense ha, infatti, ribadito pazienza nel muovere i tassi, visto l’attuale contesto di crescita ed inflazione. Al prossimo meeting di giugno della BCE, invece, si attendono dettagli sul programma di TLTRO annunciato nei mesi passati (nel frattempo, i PMI dell’eurozona hanno mostrato ulteriori segnali di debolezza dell’economia del vecchio continente).

Piccola nota sull’India, dove il Primo Ministro Modi ha mantenuto il controllo del Parlamento, il che gli permetterà verosimilmente di portare avanti il suo programma di riforme strutturali.

03

Occhi puntati su...

27 Maggio - 2 Giugno 2019

Martedì 28 maggio:

  • Dato sul sentiment economico nell’eurozona.

Mercoledì 29 maggio:

  • Dato sulla disoccupazione in Germania.
  • Dato sul sentiment del settore manifatturiero e dei consumatori in Italia.

Giovedì  30 maggio:

  • Dato sulla crescita del PIL nel primo trimestre negli USA.

Venerdì  31 maggio:

  • Dato sulla crescita del PIL (primo trimestre) e sull’inflazione in Italia.
  • Dati sui PMI in Cina.

La prossima settimana sarà caratterizzata soprattutto da dati macroeconomici dell’eurozona: dal sentiment economico della regione e dalla disoccupazione tedesca alla fiducia del settore manifatturiero e dei consumatori in Italia. Venerdì 31 verranno pure pubblicati i dati relativi alla crescita del PIL e all’inflazione del nostro Paese.

Altrove, si attendono i dati sulla crescita statunitense e sui PMI cinesi.

04

Calendario economico

calendarioeco27052019

Fonte: Pictet Asset Management