I am Article Layout

Ora la lettura: Stabilità oltre l'incertezza



Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Consulente finanziario.

Hai sbagliato selezione e sei un Istituzionale & Wholesale o Privato?

Maggio 2020

Stabilità oltre l'incertezza

I PAC sono lo strumento ideale per mitigare la volatilità e cogliere le opportunità di crescita dei mercati finanziari nel lungo termine.

01

Investire sempre nel momento giusto

Una delle variabili più importanti e difficili da valutare quando si investe sui mercati finanziari è individuare il momento giusto per entrare sui mercati.

Tutti vorremmo comprare in corrispondenza di prezzi convenienti su cui poter realizzare interessanti plusvalenze: ma come fare a capire se quello attuale è effettivamente un buon momento per investire?

Il ruolo del market timing

Fare il cosiddetto “market timing”, ossia individuare con esattezza il momento migliore in cui entrare sul mercato, è un esercizio molto insidioso: il tempismo sbagliato dell’investimento, infatti, può avere un costo alto in termini di performance, arrivando anche a distruggerne il valore nonostante le scelte di investimento originarie fossero vincenti.

Questo discorso vale soprattutto per i mercati azionari, che mostrano una volatilità più elevata subendo oscillazioni nei prezzi più brusche e difficili da prevedere.

Fonte: Pictet Asset Management

Una possibilità per ridurre drasticamente la rilevanza della tempistica dell’investimento è rappresentata dai Piani di Accumulo (PAC).

02

Che cos'è un PAC?

I PAC sono programmi di investimento graduale che prevedono un versamento iniziale e poi rate periodiche, con cadenza tipicamente mensile o trimestrale.
Il piano può prevedere una scadenza, ossia un numero predefinito di rate, oppure andare avanti senza una scadenza predefinita e, in ogni caso, può essere interrotto in qualsiasi momento.

Da volatilità a opportunità

I PAC sono particolarmente indicati per gli strumenti finanziari più volatili, come le azioni: la rateizzazione dell’investimento permette, infatti, di approfittare dell’andamento ondivago dei prezzi per acquistare a prezzi di sconto nel corso del tempo.

03

Come si differenzia rispetto a un investimento in un'unica soluzione?

L’investimento in un’unica soluzione (PIC) consiste nel versare immediatamente l’intero importo in un determinato strumento finanziario, permettendo di beneficiare appieno dal trend di crescita che storicamente ha sempre caratterizzato i mercati azionari su un orizzonte di investimento di medio-lungo termine.

Il risparmiatore che ricorre a un PIC può registrare performance più elevate rispetto a chi preferisce un Piano di Accumulo (PAC) ma solo se ha la pazienza di arrivare al termine del periodo di investimento (che, nel caso di investimenti azionari, dovrebbe essere di almeno 5 anni).

Evitare di pagare il prezzo dell’emotività

Tuttavia nel breve termine le oscillazioni dei prezzi potrebbero indurre l’investitore a effettuare delle scelte di investimento dettate dall’emotività, dimenticando la propria pianificazione finanziaria e decidendo di liquidare il proprio investimento ben prima di arrivare alla scadenza del suo orizzonte originario. Rinunciando così alla crescita nel medio termine delle azioni.

I PAC, invece, prevedendo versamenti periodici predefiniti, evitano scelte di investimento guidate dall’emotività perché le eventuali correzioni di mercato vengono più facilmente interpretate come opportunità di acquisto a prezzi convenienti piuttosto che come il segnale per liquidare la propria posizione.

Trasformare un ribasso in un ingresso

I Piani di Accumulo riducono fortemente anche l’importanza del punto di ingresso, visto che spalmano i versamenti nel tempo: da questo punto di vista, quindi, è più semplice comprare azioni nel bel mezzo di una correzione tramite PAC che non tramite PIC perché la discesa dei prezzi non solo perde di rilevanza ma viene compensata dal fatto che i nuovi acquisti verranno effettuati ad un prezzo di carico inferiore. 

Storicamente, in media il momento migliore per far partire un Piano di Accumulo è proprio durante una crisi di cui non si conoscono a priori durata e minimi, in modo tale da comprare prima azioni a un prezzo più conveniente e poi beneficiare del successivo rimbalzo di mercato.

04

I vantaggi del PAC

Fonte: Pictet Asset Management

05

Per quali investitori è adatto un Piano di Accumulo?

I Piani di Accumulo sono ideali per aiutare i più giovani a costruire un patrimonio nel tempo, mettendo da parte anche piccoli importi mensili per un periodo di tempo prolungato (fino a 15 anni e oltre). Allo stesso modo, può essere uno strumento utile per chi vuole costituire una forma di previdenza complementare di cui usufruire nel momento in cui si ritirerà dal mondo del lavoro.

A sottolinearne l’estrema flessibilità, però, sono indicati anche per chi possiede ingente liquidità da investire ma non si fida dell’andamento volatile dei mercati e predispone quindi piani, magari di durata più corta , ma per versamenti periodici più sostanziosi.

06

Quali strumenti sono più indicati per un Piano di Accumulo?

Per sfruttare appieno i benefici dei PAC, gli strumenti finanziari più indicati su cui investire sono sicuramente le azioni, perché si associano a un orizzonte di investimento di lungo termine coerente con quello tipico di chi investe tramite Piani di Accumulo.

All’interno dell’universo azionario, inoltre, esistono segmenti particolarmente indicati per i PAC: gli investimenti tematici.

Investire oggi nei cambiamenti di domani

L’approccio tematico all’investimento azionario si basa sull’individuazione di grandi fenomeni sociali, economici e tecnologici che, dispiegando i loro effetti su un arco di tempo molto prolungato, sono in grado di modificare in modo drastico le nostre abitudini di vita e di consumo quotidiane. 
Investire in questi fenomeni di cambiamento strutturale (chiamati megatrend) significa individuare le aziende meglio posizionate per beneficiare e in parte determinare tali cambiamenti.

Inoltre, per loro natura, gli investimenti tematici tendono a essere più esposti alla volatilità di breve termine, poiché riposano cambiamenti strutturali di lungo termine. Anche da questo punto di vista, quindi, si legano perfettamente alla logica dei Piani di Accuumulo.

Di seguito, riportiamo un’analisi, che mostra come i benefici di un PAC siano massimi quando i versamenti vengono fatti partire nel pieno di una correzione di mercato, di cui non si conoscono a priori durata e minimi.

In particolare, la simulazione sottostante parte da fine 2007, ossia nel pieno della grande crisi finanziaria, quando la correzione era già iniziata ma ancora lontana dai minimi di marzo 2009, ed è effettuata sull’indice azionario internazionale MSCI WORLD in USD.

Per approfondire con la vostra clientela le opportunità offerte dai Piani di Accumulo con Pictet scaricate la seguente brochure:


Brochure Piani di Accumulo Pictet

 

Da anni Pictet promuove i Piani di Accumulo come modalità di investimento consapevole, dedicando ampio spazio all’argomento all’interno del portale Pictet per Te dedicato all’educazione finanziaria. All’interno di Pictet per Te sono presenti numerosi approfondimenti che spiegano in dettaglio il loro funzionamento e benefici che è possibile condividere con la propria clientela.