I am Article Layout


Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Consulente finanziario.

Hai sbagliato selezione e sei un Istituzionale & Wholesale o Privati?

Settembre 2021

Rivivi le emozioni del Salone del Risparmio 2021!

La dodicesima edizione del Salone del Risparmio si è conclusa con grande successo, rivivi le emozioni della nostra conferenza “Human - L’umanità al centro del nuovo mondo”.

Dopo lunghi mesi in cui siamo stati costretti a rinchiuderci all’interno di un nucleo ristretto di conoscenze, in cui sentirci più sicuri e al riparo da eccessivi rischi di contagio, una nuova umanità è pronta ad emergere dalla pandemia.
Come ha spiegato nel corso della conferenza Human - L’umanità al centro del nuovo mondo l’architetto-ingegnere Carlo Ratti, professore del MIT di Boston e membro del Comitato di Consulenza della strategia tematica Pictet-SmartCity, uno degli effetti principali della pandemia è un radicale cambio di paradigma che richiede l’abbandono delle vecchie best practices, non adeguate al nuovo mondo post-COVID caratterizzato da un ritorno allo spazio fisico, combinato con quello digitale. L’attività di progettazione e design, in particolare, è sempre più orientata a favorire la formazione e il mantenimento dei cosiddetti “legami deboli”, fondamentali per la generazione di nuove idee ma fortemente sacrificati durante la pandemia.

Il mondo post-COVID assisterà inevitabilmente anche all’affermazione di nuovi valori: il sociologo Francesco Morace, fondatore di Future Concept Lab, ha individuato una matrice in cui rientrano la cura e la qualità del tempo e dello spazio, l’etica aumentata, la sostenibilità di un’umanità che attribuisce nuove priorità al fatto stesso di essere umani. Nasce quindi una dimensione umana che prende una direzione dove viene inseguito il bene comune, dove si assiste a un avvicinamento tra business ed etica e dove conta la veridicità e non la verosimiglianza. In questo scenario, tutto ciò che la nuova umanità fa diventa più intenzionale e assume una veste ludica e rituale, che coinvolge anche i consumi, sempre più orientati verso l’experience economy: una spesa volta non ad avere qualcosa, ma a fare qualcosa, a vivere esperienze in grado di produrre ricordi memorabili.

Tutto questo è intrinsecamente legato al tema di investimento alla base di Pictet-Human, il nuovo fondo tematico di Pictet che ha come obiettivo quello di aiutare le persone a raggiungere la piena auto-realizzazione. Per fare ciò, la strategia investe nelle aziende che forniscono servizi legati alla vita professionale (istruzione e sviluppo della carriera), personale (assistenza alle persone e cura degli animali domestici) e sociale (intrattenimento e tempo libero). Un approccio che, come ha sottolineato Gillian Diesen, Product Specialist del team Thematic Equities di Pictet, consente anche di avere un impatto sociale positivo con i propri investimenti.

Ringraziamo tutti i partecipanti alla nostra conferenza e qualora non avessi potuto partecipare puoi rivedere l'intero evento al seguente link.