Ora la lettura: Sostenibilità ed investimenti in Pictet AM

Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Istituzionale & Wholesale.

Hai sbagliato selezione e sei un Consulente finanziario o Privato?

Sostenibilità ed investimenti in Pictet AM

Ottobre 2016

La sostenibilità è diventata una scelta d’investimento redditizia, che sta attirando un numero crescente di investitori.

01

Strategie ambientali

Per prepararsi al futuro è necessario identificare le forze strutturali che hanno la maggiore probabilità di trasformare il mondo di domani. Tra gli altri trend, la costante crescita della popolazione del Pianeta, un cambiamento dei pattern di consumo guidato dal PIL e l’aggravarsi della scarsità delle risorse rappresentano una sfida molto difficile per le industrie di tutti i settori. Essendo di lunga durata, questi fenomeni globali (che denominiamo «megatrend») stanno creando opportunità estremamente interessanti per gli investitori.
Negli ultimi quindici anni, Pictet Asset Management è stata un pioniere nello sviluppo e nel lancio di diverse strategie ambientali che si collocano al punto di incrocio tra vari megatrend. Da allora siamo divenuti un protagonista autorevole in questi campi.

Il nostro fondo Water, lanciato nel 2000, oltre ad essere stato il primo oggi è anche il più grande nel suo settore. Seguendo tendenze come l’urbanizzazione, la crescita fortemente dipendente dall’acqua e la scarsità di acqua dolce, la strategia d’investimento si focalizza su quella che è probabilmente una delle risorse più critiche per il Pianeta. Il portafoglio comprende aziende che traggono circa due terzi dei loro ricavi da attività collegate all’acqua. La strategia offre agli investitori una sintesi particolarmente attrattiva di azioni difensive e di tipo growth con potenziale a lungo termine.

Dal 2007, tramite il nostro fondo Clean Energy, offriamo ai nostri clienti l’opportunità di investire in imprese che contribuiscono alla transizione verso una economia low carbon e ne traggono beneficio. Queste imprese sono principalmente attive nello sviluppo di infrastrutture e risorse meno inquinanti nonché di tecnologie e apparecchiature per la riduzione delle emissioni di carbonio. La strategia d’investimento seleziona anche le imprese che contribuiscono alla riduzione della domanda di energia grazie all'efficienza energetica.
Nello stesso anno, dopo avere individuato le opportunità che stavano emergendo nell’agricoltura con lo spostamento dalle pratiche agricole tradizionali verso l’agribusiness, abbiamo costituito il nostro fondo Agriculture. Con un processo di selezione dei titoli di tipo bottom up, esso si focalizza sulle imprese che forniscono soluzioni per il miglioramento delle pratiche agricole e investono a livello globale nella catena di valore dell’agribusiness. La strategia d’investimento rispetta rigorose politiche per l’investimento negli organismi geneticamente modificati (OGM) ed evita le imprese che danneggiano l’ambiente.

02

Strategie sostenibili

Pictet Asset Managemet ha iniziato a interessarsi degli investimenti sostenibili ampiamente diversificati nel 1997. Selezioniamo le aziende di qualità con responsabilità aziendale superiore, partendo dalla premessa che le imprese di questo tipo, incorporando la sostenibilità nelle loro strategie di sviluppo, sono meglio posizionate per cogliere nuove opportunità d’affari, mitigare i rischi operativi, reputazionali e finanziari, motivare i collaboratori e, in definitiva, creare valore per gli azionisti a lungo termine.

Con queste idee in mente, abbiamo sviluppato un nuovo quadro di riferimento per gli investimenti concepito per beneficiare della capacità delle aziende di generare rendimenti per gli azionisti attrattivi e stabili evitando nel contempo modelli di business che crescono troppo rapidamente per poi crollare. Al fine di essere ammissibili per l’investimento, le società devono eccellere sia dal punto di vista finanziario che da quello extra finanziario. Per le stesse considerazioni, cerchiamo di evitare le società che ottengono utili a scapito degli azionisti, dei collaboratori, dei consumatori o dell’ambiente, nonché le società che pur essendo «verdi» non sono attrattive dal punto di vista finanziario. Il nostro primo fondo, Swiss Sustainable Equities, è stato lanciato nel 1999 ed è stato seguito poco dopo dal fondo European Sustainable Equities. Come naturale estensione della nostra competenza nelle principali azioni sostenibili, nel 2012 abbiamo ampliato la nostra gamma con l’inclusione del fondo Emerging Markets Sustainable Equities.

Tutti questi fondi sono conformi al Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili (SRI). Si tratta di una iniziativa lanciata nel 2004 da Eurosif, la principale organizzazione paneuropea non profit che ha come missione la promozione della sostenibilità nei mercati finanziari europei e in particolare nei principi e processi dei fondi d’investimento SRI.
I portafogli offrono una esposizione verso le principali azioni, con il beneficio aggiuntivo di investire in imprese sostenibili. Le nostre strategie promuovono le società che sono impegnate nelle fonti di energia low carbon, nel cibo sano e nelle apparecchiature per la salute. Esse evitano invece quelle attive nel cosiddetto «cibo spazzatura» o nel settore del tabacco. Ad esempio, le società presenti nel nostro portafoglio European Sustainable Equities sono per il 41% meno carbon intensive e significativamente meno esposte alle pratiche controverse ESG, come la corruzione.
L’IMPRONTA DI CARBONIO DI PICTET-EUROPEAN SUSTAINABLE EQUITIES
Riduzione carbono
Fonte: InRate, Pictet Asset Management per il 30.09.2016
Come riconoscimento del nostro coinvolgimento negli investimenti sostenibili, ci è stato conferito il premio SRI/ESG Provider of the Year in occasione degli UK Pensions Awards 2014 e degli European Pensions Awards 2013. I nostri fondi European Sustainable Equities ed Emerging Markets Sustainable Equities hanno anche ricevuto il marchio SRI da Novethic, un centro di ricerca con sede a Parigi che fornisce informazioni ed effettua studi sul mercato europeo degli investimenti responsabili.

Al 30 giugno 2016, i patrimoni gestiti nelle nostre strategie sostenibili e ambientali superavano i 10 miliardi di dollari USA.1