Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Istituzionale & Wholesale e Privato.

Hai sbagliato selezione e sei un Consulente finanziario?

Investimento responsabile

esclusione delle armi controverse dai principali indici

Armi controverse: un appello ai fornitori di indici

Febbraio 2019

Laurent Ramsey, Managing Partner and CEO

Invitiamo i fornitori di indici a escludere le armi controverse dai principali indici.

In quanto gestori di patrimoni, allochiamo il capitale per finanziare l’economia reale. Abbiamo il dovere di distribuire il capitale in modo responsabile e dobbiamo tenere presenti le generazioni future.

Evitare di investire in società coinvolte nella produzione di armi controverse è una componente fondamentale di questo processo. Perciò abbiamo unito le nostre forze a quelle di altri investitori e asset manager per invitare congiuntamente i fornitori di indici a escludere le società coinvolte dai loro indici principali. L’iniziativa, che abbiamo portato avanti insieme a Swiss Sustainable Finance, ha raccolto oltre 140 firme, che tutte insieme rappresentano attivi pari a 6900 miliardi di dollari. La palla è adesso nelle mani dell'assemblea dei fornitori di indici.

L’investimento in società connesse alle armi controverse come le bombe a grappolo, le mine antiuomo e le armi chimiche, biologiche e nucleari - viola già molti regolamenti e convenzioni nazionali e internazionali. Tra questi figurano il Trattato di non proliferazione nucleare e la Convenzione internazionale sulle bombe a grappolo.

Tuttavia, i principali indici continuano a includerle al loro interno. Per gli investitori attivi, rispettare le esclusioni significa esporre i portafogli a un tracking error aggiuntivo rispetto agli indici di riferimento standard e a ulteriori costi. Gli investitori passivi, invece, spesso non hanno scelta, poiché la maggior parte delle strategie replica gli indici tradizionali, che non prevedono esclusioni.

Oggi gli investitori che seguono gli indici di riferimento principali contribuiscono tutti in modo inconsapevole al finanziamento di società coinvolte nella produzione di armi controverse.

Questa situazione deve cambiare. In linea con le convenzioni internazionali, le pratiche degli investitori e l’opinione pubblica, per i produttori di armi controverse dovrebbe essere più difficile essere finanziati e la scelta dovrebbe essere quella di escluderli dagli investimenti attivi e passivi.

In Pictet Asset Management, crediamo fermamente che la comunità degli investitori possa diventare una forza importante in grado di innescare un cambiamento positivo, trainando il progresso nella governance societaria e nelle pratiche di business sostenibili, oltre a finanziare nuove tecnologie in grado di proteggere l’ambiente. Questa iniziativa è un’opportunità per fare davvero la differenza.