I am Article Layout


Scegli il tuo profilo:

Questo contenuto è riservato a Intermediario e Istituzionale & Wholesale.

Hai sbagliato selezione e sei un Privato?

Digital

Opportunità d'investimento tematico nel mondo digitale

Agosto 2019

Il lungo cammino verso la trasformazione digitale

Per quanto avanzata possa sembrare la transizione globale verso il digitale c'è ancora molta molta strada da percorrere il che significa che le opportunità d'investimento abbondano.

Nel 2013 Eric Schmidt, allora presidente esecutivo di Google, creò scalpore affermando che entro il 2020 tutti gli abitanti della Terra sarebbero stati collegati al web. A meno di un anno da tale data, la penetrazione di Internet è ancora lontana dalle ambizioni di Schmidt, ferma ad appena il 57% della popolazione mondiale1.

fig. 1 APPEAL DEL DIGITALE

Previsione di crescita della spesa pubblicitaria in ambito digitale a livello mondiale

spesa pubblicitaria in ambito digitale a livello mondiale

Fonte: eMarketer

Ciò significa che, grazie alla diffusione del digitale, il potenziale per crescere ulteriormente è ancora molto alto e si creeranno molte nuove opportunità di investimento interessanti a cui attingere.

Prendiamo ad esempio lo shopping. Dei 24mila miliardi di dollari spesi l'anno scorso dai consumatori globali, solo il 12% è stato speso online2. Si prevede che fra cinque anni il valore delle spese effettuate su Internet sarà più che raddoppiato, con un conseguente incremento dei pagamenti online: attualmente PayPal rappresenta solo il 3,1% del totale dei pagamenti effettuati in tutto il mondo3.

I cambiamenti nelle abitudini di acquisto andranno di pari passo con l'ampliamento della gamma di prodotti disponibili online. I commercianti, dal loro canto, saranno in grado di tracciare meglio le scorte e raccogliere informazioni sui clienti, aprendo la strada a un marketing più efficace. 

Una migliore raccolta di dati provenienti dagli acquisti e dalla navigazione online, a sua volta, contribuirà a promuovere ulteriormente la crescita del marketing digitale. A un quarto di secolo dal primo banner pubblicitario, il digitale rappresenta oggi la metà di tutto il denaro speso per la pubblicità sui media. Entro il 2023 si prevede che la percentuale superi il 60% (si veda la Fig. 1)4.

Nuove opportunità

L'ascesa del digitale ha permesso a nuovi operatori di accedere a settori consolidati, dato che i costi fissi sono diminuiti e che, in molti casi, le grandi aziende hanno tardato a tenere il passo con l'innovazione.

Nel settore finanziario, ad esempio, solo il 10% delle operazioni di venture capital in ambito fintech attira investimenti dalle banche5. Si tratta quindi di un terreno fertile per l'innovazione tecnologica, in ambitii come le soluzioni di pagamento mobile e digitale, le piattaforme di prestito peer-to-peer e la diffusione della tecnologia blockchain. Particolarmente accattivante è il progetto di Facebook per Libra, una criptovaluta che sarà garantita da un paniere di asset. Il potenziale mercato digitale in campo finanziario è enorme: attualmente 1,7 miliardi di adulti in tutto il mondo sono tagliati fuori dal sistema finanziario, senza accesso a una banca tradizionale6.

Le banche stanno investendo in software interattivi e alternativi più di molti altri settori, ma dovranno insistere ulteriormente per proteggere la propria attività dai concorrenti digitali.

Nel settore sanitario, a ben vedere, i tassi di penetrazione del digitale hanno un margine di crescita ancora maggiore. La spesa in IT del settore è pari solo al 3,5% dei ricavi totali7. In particolare, si spende pochissimo per i software digitali. La situazione dovrebbe cambiare con la centralizzazione dei dati dei pazienti, che consentirà una migliore analisi e diagnosi in tempo reale.
Fig. 2 Il cloud è in testa alle priorità della spesa IT
Percentuale netta di aziende che prevedono di aumentare la spesa IT per categoria
Budget IT per categoria

In base a un'indagine su aziende statunitensi e canadesi. Fonte: Computer Economics, "IT spending and staffing benchmarks 2019/2020"

Tali tendenze non si limitano al settore finanziario e sanitario. In tutto il mondo le spese in IT delle aziende potrebbero decuplicarsi nei prossimi anni, dal momento che il cloud computing offre alle aziende di tutti i settori l'opportunità di migliorare la flessibilità e ridurre i costi. 

Il fattore Z

Man mano che le giovani generazioni esperte di tecnologia cresceranno e deterranno più potere, sia finanziario che politico, la rivoluzione digitale subirà un'ulteriore accelerazione. Le persone nate fra il 1995 e il 2010, note come "Generazione Z", sono state soprannominate "veri nativi digitali": la stragrande maggioranza possiede uno smartphone e trascorre gran parte della propria giornata online, in molti casi 10 ore o più8.

Oggi la generazione Z rappresenta quasi un terzo della popolazione mondiale. I suoi omologhi più anziani, i Millennial, sono anch'essi digitalmente esperti e quasi altrettanto numerosi9. Insieme, rappresentano un mercato enorme, che comprende software di messaggistica, smartphone, incontri online, videogiochi, fintech, internet TV, servizi economici di condivisione online ed e-commerce.

Le ricerche della società di consulenza McKinsey mostrano che i più giovani non distinguono tra esperienze e connessioni nel mondo online e in quello reale. Sarebbe quindi opportuno che il sogno digitale di Schmidt si realizzasse sotto la loro supervisione.