ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Green Finance

Finanza sostenibile: un mercato da quasi 250 miliardi di dollari in continua espansione

Gennaio 2019

Nel 2017 sono stati emessi green bond per oltre 180 miliardi di dollari e nel 2018 la World Bank ha lanciato il primo water bond. Il merito è soprattutto dei Millennials, che chiedono titoli legati alla sostenibilità.

Il 2018 si è chiuso con una cifra record per il mercato del debito sostenibile: 247 miliardi di dollari, che significano +26% rispetto al 2017. La green finance si sta espandendo ogni anno di più, soprattutto grazie a obbligazioni verdi ed eco-prestiti, come osserva il report di Bloomberg NEF sul “Sustainable Debt Market”.

I green bond sono entrati nelle strategie di business delle banche europee poco più di 10 anni fa, per raccogliere finanziamenti per progetti di sfruttamento dell’energia pulita, ma non sono solo le istituzioni finanziarie ad aver puntato su questo settore. Con gli anni anche i governi e le aziende hanno scommesso diverse fiches, basti pensare che solo nel 2017 sono stati emessi green bond per oltre 180 miliardi di dollari in tutto il globo.

I mercati hanno fame di prestiti legati alla sostenibilità

Sempre secondo il report di Bloomberg NEF, grazie al crescente interesse verso le incertezze ambientali e climatiche il 2018 ha visto un boom di richieste di prestiti legati al tema della sostenibilità: +677%. Il prezzo o il valore di queste linee di credito infatti sono collegati a determinati indicatori di sostenibilità degli emittenti, che ovviamente possono aumentare o diminuire a seconda dei target raggiunti dall’azienda in questione. 

Dai green bond al blu bond della Banca Mondiale

Il 2018 è stato anche l’anno del lancio del primo Water Bond del mondo grazie alla Banca Mondiale. L’obiettivo è raccogliere 3 miliardi di dollari per sensibilizzare aziende e società civile sull’importanza delle risorse idriche e oceaniche dei Paesi di tutto il mondo. “Le obbligazioni per lo sviluppo sostenibile della World Bank – ha spiegato Arunma Oteh, vice Presidente e Tesoriere della Banca Mondiale – rappresentano un’opportunità per gli investitori di puntare su prodotti sicuri e liquidi man mano che diventano più coinvolti nell’obiettivo del loro investimento. Sono un contributo importante nel viaggio verso mercati dai capitali sostenibili”.

Sono i consumatori a guidare i mercati con la propria richiesta di sostenibilità

Se i big finanziari di tutto il mondo continuano a creare nuovi prodotti sostenibili il merito è in gran parte degli investitori, che chiedono una maggiore attenzione verso proposte di titoli di debito legati a queste tematiche. Non è infatti un caso che il 2018 sia stato il settimo anno consecutivo per emissioni record di titoli del settore della finanza sostenibile. Lo conferma anche la ricerca della US Trust Bank of America, che spiega come il 40% delle famiglie americane con grandi disponibilità finanziarie (High Net Worth Individual) abbia fatto spazio nei propri portafogli di investimento a titoli sostenibili. Percentuale che sale al 77% se si prende in considerazione i Millennials. Ormai il treno della finanza green non si può più fermare.