}

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ricevi gli ultimi aggiornamenti dal mondo Pictet!

Asset Management

Pictet AM Italia all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione al Salone del Risparmio 2019

Marzo 2019

“Smart is the new black. Intelligenti e sostenibili: la sfida delle città del futuro”. È il titolo della conferenza di Pictet AM Italia che vedrà sul palco del Salone del Risparmio 2019 Carlo Ratti, professore del MIT di Boston, insieme a Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale della città di Milano.

Verso una finanza sostenibile: l’impegno di Pictet AM

Il 7 marzo un nuovo regolamento europeo ha sancito l’obbligo per tutti gli strumenti finanziari proposti al mercato di indicare la propria sostenibilità ambientale e sociale. La riforma, che ha messo d’accordo Parlamento, Consiglio e Commissione, si applica a fondi comuni, polizze, schemi pensionistici, gestioni di portafogli individuali e contratti di consulenza: viene sancito il divieto di greenwashing e si prevede un sistema di monitoraggio che sarà garantito dalle tre autorità di vigilanza europee.

Una novità che riteniamo epocale e che arriva a valle dell’iniziativa di cui Pictet AM si è fatto promotore, attraverso la Swiss Sustainable Finance, meno di un mese fa. Una lettera aperta inviata l’11 febbraio scorso ai rappresentanti di FTSE Russel, Morningstar, MSCI, S&P Dow Jones Indices e STOXX, affinché siano rimossi i produttori di armi controverse da tutti gli indici, usati come base per la costruzione di prodotti di investimento attivi e passivi. L’appello è stato firmato da oltre 140 tra asset manager, investitori istituzionali, wealth manager rappresentanti un asset under management di 6,8 trilioni di dollari: una presa di posizione netta contro munizioni a grappolo, mine antiuomo, armi biologiche e chimiche, armi nucleari che possono ferire in modo indiscriminato o sproporzionato e il cui utilizzo è vietato o limitato dalle convenzioni internazionali.

Ricorda Eric Borremans, Head of ESG di Pictet Asset Management: «In linea con le convenzioni internazionali, le best practice d’investimento e la pubblica opinione, riteniamo che i mezzi finanziari dovrebbero essere meno facilmente disponibili per i produttori di armi controverse». “Ritengo molto importante che l’impulso a un’azione del genere sia venuto dall’industria del risparmio gestito, in un contesto in cui la propensione verso la sostenibilità e la responsabilità sociale e di governance è finalmente divenuta molto alta. Secondo l’ultimo report di Global Sustainable Investment Alliance, la massa di investimenti responsabili ha raggiunto il ragguardevole valore di 23mila miliardi di dollari con l’Europa in testa a 10,7 trilioni di dollari e gli Usa secondi a 6,5 trilioni. Un boom dovuto soprattutto all’avanzata dei Millennials: secondo una ricerca della US Trust Bank of America, tra i Millennials HNWI il 77% detiene nei propri portafogli di investimento titoli sostenibili, contro una quota del 40% di tutti gli HNWI”.

Il futuro delle città passa dal green

L’enorme crescita della disponibilità di dati in tempo reale e la convergenza del mondo digitale con quello fisico attraverso l’Internet delle Cose sta creando opportunità per progettare città che possano rispondere meglio alle esigenze dei loro abitanti.

La nostra conferenza alla decima edizione del Salone del Risparmio “Smart is the new black. Intelligenti e sostenibili: la sfida delle città del futuro”, che si terrà il 3 aprile alle ore 16.00 presso l’Auditorium Silver (Milano Congressi), sarà un’occasione per comprendere insieme ad ospiti d’eccezione che quotidianamente hanno fatto dell’innovazione la chiave dell’individuazione di soluzioni sostenibili delle città, a livello progettuale e pratico. Carlo Ratti, professore del Massachusetts Institute of Technology di Boston dove dirige il MIT Senseable City Lab insieme a Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale della città di Milano, ci offriranno l’occasione di comprendere cosa ci riserva il futuro delle nostre città.

Siamo peraltro convinti che il ruolo di un asset manager non debba esaurirsi nell’adottare condotte aziendali sostenibili e convogliare i flussi di investimento verso le aziende che fanno altrettanto o contribuiscono all’individuazione delle soluzioni improntate alla sostenibilità. Pensiamo infatti che sia nostra responsabilità sensibilizzare i nostri interlocutori professionali a questo tema per innescare un circolo virtuoso in grado di cambiare il modo di concepire la sostenibilità negli investimenti.

Per questo al nostro stand del Salone del Risparmio offriremo ai nostri visitatori una esperienza toccante, che attraverso le emozioni è in grado di parlare al cervello. Un’esperienza virtuale in grado di trasformarli in una pianta, per poter provare con il proprio corpo, realmente, la fragilità del nostro pianeta.

Salone del Risparmio 2019: 2-3-4 aprile 2019, MiCo Milano Congressi via Gattamelata 5